Cronaca

20 Giu 2019

La presidente dell’AIL Agrigento, M. Anna Bonsignore, sarà ricevuta al Quirinale.

Carmelo Sciangula 0 Commenti

AGRIGENTO –Nel cinquantesimo anniversario della fondazione dell’AIL (Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma) anche la presidente della sezione AIL provinciale di Agrigento, la dottoressa M. Anna sarà ricevuta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dopo l’udienza privata concessa da Papa Francesco nei mesi scorsi, arriva ora un altro motivo di orgoglio per chi ogni giorno si impegna a favore dei malati e della ricerca contro le malattie del sangue, con l’invito arrivato dalla prima carica dello Stato di recarsi al Quirinale. “Per me, per tutti i volontari e i sostenitori – afferma la dottoressa Bonsignore – è motivo di orgoglio aver contribuito al raggiungimento di traguardi importantissimi e vitali. Basti pensare che negli anni sessanta queste terribili malattie erano sempre inguaribili, oggi invece, giorno dopo giorno, l’Ail rende queste malattie sempre più curabili. Abbiamo ottenuto grandi risultati, ma ancora c’è tanto da fare, dobbiamo guardare al futuro con fiducia l’entusiasmo di sempre, animati dalla consapevolezza che dobbiamo garantire a tutti i nostri malati e a quanti si ammaleranno, la possibilità di essere curati nel miglior modo possibile.”

Commenti