Costume e società

27 Set 2017

Cancellazione Voli Ryanair: i dati e i diritti dei passeggeri

Elisa Auria 0 Commenti

La compagnia aerea low cost leader d’Europa per traffico passeggeri, ha dovuto adoperarsi, già dalla scorsa settimana, per effettuare una cancellazione di oltre 2.000 voli che perdurerà anche per le prossime sei settimane, per far fronte agli obblighi di ferie dei propri piloti.

Ryanair ha quindi annunciato un rallentamento di voli e della crescita del traffico passeggeri prevista per la stagione invernale, con l’utilizzo di 25 aerei in meno a partire da novembre e 10 in meno da aprile 2018. Secondo quanto annunciato la settimana scorsa, il costo totale delle cancellazioni di voli dovrebbe essere inferiore a 25 milioni di euro.  I disagi saranno concentrati nei mesi invernali, con circa 18.000 voli cancellati, al fine di garantire l’eliminazione di ogni rischio di ulteriori cancellazioni in futuro. Le cancellazioni riguarderanno circa 400 mila clienti, pari all’1% circa del totale annuo.

Per il restante 99% dei clienti Ryanair che non sono influenzati da tali cancellazioni di volo e cambiamenti di pianificazione – si legge in una nota  -questo ritmo più lento di crescita del traffico del gruppo significa che da oggi non esiste alcun rischio di ulteriori cancellazioni di volo”.

Per questa ragione, è in corso una misura che prevede l’annullamento dei voli della suddetta compagnia aerea (fino a 50 voli al giorno) al fine migliorare e garantire la puntualità.  Questa decisione sta causando non pochi disagi e danni ai passeggeri, ma la compagnia aerea ricorda che i passeggeri coinvolti hanno già ricevuto una email che offre «voli alternativi o un pieno rimborso del biglietto. Hanno anche ricevuto un voucher da 40 euro (80 col ritorno) che gli permetterà di prenotare un volo Ryanair fino a marzo 2018».

 

   

Commenti