Salute

15 Lug 2017

Opportunità per le Famiglie, Riconoscimento Bonus Nido 2017

Redazione 0 Commenti

In riferimento all’atteso bonus nido 2017, l’Inps comunica che a partire della ore 10 del 17 luglio e fino alla scadenza del 31 dicembre successivo, sarà possibile inoltrare on line le domande per l’accesso al sussidio.
L’importo del bonus è stabilito in 1000 euro annui, erogabili in 11 mensilità da 90,91 euro ciascuna, e potrà essere utilizzato per il pagamento della retta dell’asilo nido frequentato dai bambini nati o adottati nel corso dell’anno 2016, oppure per l’assistenza domiciliare nel caso in cui il bimbo sia impossibilitato, per motivi di salute, a frequentare l’asilo.


Chi può richiedere il Bonus nido Inps e come fare domanda:
Il Bonus Nido è un contributo erogato dall’Inps a favore dei bambini nati, adottati o affidati a partire dal 1° gennaio 2016.
Per poter fare domanda di assegnazione del sussidio, occorre che il genitore richiedente sia cittadino italiano o di un Paese membro Ue oppure extracomunitari in regola con un permesso di soggiorno di lunga durata nell’Unione Europea. E’ richiesta, ovviamente, la residenza in Italia, mentre non sono previsti limiti di reddito ISEE per l’assegnazione del bonus. L’unico limite riguarda i fondi stanziati, per cui i contributi saranno assegnati fino ad esaurimento degli stessi in ordine di presentazione delle domande.
Il Bonus nido sarà erogato dopo la presentazione della documentazione che attesta l’iscrizione del bambino all’asilo e il pagamento delle rette mensili. Pur divenendo operativo dal prossimo 17 luglio, il contributo è riconosciuto retroattivamente a partire dal 1° gennaio 2017.


La domanda dovrà essere inoltrata attraverso il servizio on line predisposto sul portale Inps, cui si potrà accedere con il proprio PIN personale. In alternativa – come comunica in particolare il Sindaco di Mussomeli Giuseppe Catania – ci si potrà rivolgere ad uno dei tanti patronati presenti a Mussomeli oppure al Contact Center che risponde al numero verde 803.164, da rete fissa, o 06164.164 da rete mobile, in quest’ultimo caso la chiamata è a pagamento”.


Il bonus potrà essere erogato in una delle seguenti modalità, a scelta del richiedente: bonifico postale, carta prepagata, accredito su conto corrente postale o bancario o bonifico domiciliato.
Il nuovo Bonus nido Inps anche per l’assistenza domiciliare.
E’ prevista l’assegnazione del Bonus nido Inps anche per l’assistenza domiciliare di bambini affetti da gravi patologie croniche, che dovranno essere certificate da un pediatra, e in seguito alle quali il bimbo risulta essere impossibilitato a frequentare gli asili nido. In questo caso il contributo di mille euro sarà erogato al genitore richiedente in un’unica soluzione.

   

Commenti