Cronaca

01 Giu 2017

Una scelta “in Comune”

Carmelo Sciangula 0 Commenti


 

Canicattì – Si è svolta stamani, in sala Giunta, la conferenza stampa sulla volontà di donare organi e tessuti prevista dal protocollo approvato dalla Deliberazione di G.M. n°.19/2017.

“Una Scelta in Comune” – Esprimi la tua volontà sulla Donazione di Organi e Tessuti il tema della convocazione di oggi che consente ai cittadini di esprimere la volontà al consenso o al diniego alla donazione degli organi al momento del rilascio o del rinnovo della carta d’identità.

Sono intervenuti il Sindaco Ettore Di Ventura, l’Assessore all’Agenda Digitale Massimo Muratore, l’Assessore alla Cultura Katia Farrauto, l’Assessore Vincenzo Di Natali, P.I. e Salute Pubblica, il già dirigente agli AA.GG. dr. Angelo Licata, il funzionario delegato ai Servizi Demografici, Giuseppe Pastorini, il dipendente dell’Ufficio Anagrafe, Gioacchino Guadagnino e, in rappresentanza dell’AIDO (Associazione Italiana Donatori Organi), Rino Bancheri, presidente sezione di Canicattì, Gabriella Giarratana, 1° vicepresidente, Vincenzo Lauricella, 2° vicepresidente, Vincenzo Vella, rappresentante provinciale con delega regionale.

Durante la conferenza è stata presentata sia l’iniziativa “Una scelta in Comune”, che partirà a giorni, sia la nuova carta d’identità elettronica che avrà un costo di €. 23,00.

I rappresentanti dell’AIDO hanno ringraziato l’Amministrazione Comunale per avere dimostrato grande sensibilità sul tema della donazione degli organi e per aver assunto questo meritevole impegno che potrà permettere, grazie all’altruismo di chi esprimerà il proprio consenso, a dare possibilità di vita a chi ha bisogno di un trapianto.

“Ad oggi sono 2 milioni i donatori in Italia – commenta il Presidente AIDO di Favara nonché rappresentante provinciale, Vincenzo Vella – numero che si è accresciuto in queste ultimi mesi grazie a questa iniziativa che, nella nostra provincia, ha coinvolto oltre che il Comune di Canicattì, anche quello di Campobello di Licata e di Favara. Anch’io – conclude – sono tra coloro che adesso è qui grazie ad un trapianto di fegato.”

“A Canicattì gli iscritti sono 394 – comunica il consigliere AIDO Antonio Lauricella – È attiva la mail aidoelide.canicatti@virgilio.it per chiunque voglia contattarci per chiedere notizie o per aderire alla nostra Associazione. Abbiamo intestato questa mail ad Elide Cangialosi., la bimba canicattinese di 7 anni alla cui morte i genitori hanno deciso, coraggiosamente e altruisticamente, di donare le cornee.

“È dimostrare un senso di alta civiltà – conclude il sindaco Di Ventura – quando, al verificarsi di un tragico evento, si decide di dare la possibilità di vita ad altri sofferenti attraverso la donazione di organi. Un gesto di altruismo che aiuta altre famiglie. Siamo fiduciosi che saranno tante le risposte che i nostri concittadini vorranno dare a questa importante

 

 

 

   

Commenti