Cronaca

14 Mag 2017

Il viadotto Petrulla riaprirà a fine estate

Redazione 0 Commenti

Ravanusa/Licata –   Il viadotto Petrulla sarà riaperto a fine estate. Questo è la notizia dell’utim’ora data dall’ingegnere Valerio Mele ai sindaci dei comuni di Ravanusa, Campobello di Licata e Licata. La notizia è arrivata ieri sera dopo un tavolo tecnico aperto proprio sotto il viadotto Petrulla, durato ben 4 ore. L’ingegnere Mele di Anas ha effettuato un sopralluogo insieme all’ing. Montesano, capo compartomento di Anas sicilia occidentale, alla presenza dei sindaci di Ravanusa Carmelo D’Angelo, di Campobello di Licata, Giovanni Picone e di Licata, Angelo Cambiano. presente all’incontro anche il direttore dei lavori del viadotto Petrulla dott. Giuseppe Clemente e per la ditta affidatrice dei lavori il dott. Nicola Peluso.  L’ingegnere Mele ha detto che nei prossimi giorni Anas approverà la variante in corso  che prevede anche il rifacimento delle altre due campate in fase di cedimento e dunque si dovrà aspettare poi la fornitura delle travi in acciao, la loro collocazione e la realizzazione di una soletta in cemento che dovrà asciugare per 30 giorni. Dunque nonostante la buona volontà di accellerare i tempi, la riapertura del Petrulla non potrà avvenire prima della fine della stagione estiva, dunque anche per questa stagione estiva che è in dirittura di arrivo si registreranno disagi per i turisti.  Il tavolo tecnico è rimasto aperto e sia Anas che i rispettivi sindaci si aggiorneranno la prossima settimana per verificare le condizioni di trovare un percorso alternativo che colleghi alla SS626dir, cosi come richiesto dal sindaco di Ravanusa. I sindaci Carmelo D’Angelo, Giovanni Picone e Angelo Cambiano, non sono rimasti soddisfatti dell’esito dell’incontro ribadendo  che le attività commerciali, le strutture ricettive di Licata e dei vari territori limitrofi sono in ginocchio e in crisi, considerato che già sono passati ben 4 anni dal crollo della prima campata.

Noi continueremo a seguire e monitorare giorno dopo giorno la situazione – dice il sindaco Carmelo D’Angelo –  e assieme ad Anas cercheremo di spingere e sollecitare il completamento dei  lavori“.

Una campata del viadotto Petrulla era ceduta il 7 luglio 2014 lasciando i comuni di Ravanusa, Canicattì e Campobello di Licata e altri comuni limitrofi isolati da Licata, comportante i vari disagi a chi per lavoro deve raggiungere Licata e a chi nel periodo estivo si recava nelle spiagge licatesi. Infatti la chiusura di questa arteria principiale per questi comuni agrigentini ha causato notevoli disagi alle attività commerciale di Licata e non solo e al turismo della zona.

Il deputato nazionale del Partito Democratico, Giuseppe Lauricella, interviene a seguito del sopralluogo compiuto sul viadotto Petrulla, tra Licata e Ravanusa, ancora interrotto dopo il cedimento di tre anni addietro, da parte dei sindaci Cambiano di Licata, D’Angelo di Ravanusa e Picone di Campobello di Licata, insieme all’ingegnere Mele, capo dell’Anas in Sicilia. Giuseppe Lauricella, già autore di un’interrogazione a cui ha risposto alla Camera il ministro Delrio annunciando la restituzione al transito entro poco tempo, afferma: “Occorre la collaborazione e la partecipazione di tutti perché si riattivi un’arteria fondamentale come quella della 626 e del viadotto stesso. La presenza dell’ingegnere Mele è il frutto della nostra iniziativa parlamentare nei confronti del Governo e dell’azione del ministro Delrio che, come aveva dichiarato rispondendo alla mia interrogazione, ha evidentemente sollecitato l’avanzamento dei lavori per la più rapida definizione.”

   

Commenti