Cronaca

02 Apr 2017

Pompeo Savarino propone un consiglio comunale congiunto lungo la SS626

Redazione 0 Commenti

Ravanusa. Il consigliere comunale di Ravanusa Pompeo Savarino si fa promotore dell’inziativa di svolgere un consiglio comunale straordinario congiunto, per accendere i riflettori sulla mancata riapertura del viadotto Petrulla sulla Ravanusa-Licata. Questa operazione vede in prima linea i comuni di Ravanusa, Campobello di Licata, Canicattì e Licata. Una proposta che ha trovato la piena disponibilità dal presidente del consiglio comunale di Ravanusa Vito Ciotta che già si è attivato per richiedere tutte le autorizzazioni necessarie coinvolgento anche gli altri presidenti del consiglio degli altri tre comuni. << Era il 7 Luglio del 2014 quando il viadotto cedeva e lasciava Ravanusa, Canicatti, Campobello di Licata ed altri paesi limitrofi isolati da Licata, comportando i rinomati disagi a chi per lavoro doveva raggiungere Licata ed a chi era solito frequentare nel periodo estivo le spiagge del licatesi – spiega il consigliere comunale di Ravanusa Pompeo Savarino – Dopo tanti annunci sull’imminente riapertura, l’ultimo dava per questo Aprile il completamento, constatiamo a malincuore che nulla è ancora pronto per avviare nuovamente la fruizione della statale. Per questo motivo ho chiesto alla Conferenza Capigruppo di convocare un Consiglio Comunale Straordinario aperto al pubblico, da tenere sulla statale 626 dove inizia l’interruzione, invitando anche i Consigli Comunali di Canicatti, Licata e Campobello di Licata, che già hanno dato tutti piena adesione. Spero che l’attenzione calamitata da questa azione possa dare una scossa a questo assordante immobilismo. Non sono sicuro che ciò accadrà, ma èdoveroso provarci. Adesso per la convocazione ufficiale del consiglio comunale congiunto che vede coinvolti i consigli comunali di Ravanusa, Campobello di Licata,Canicattì e Licata da tenersi lungo la SS626, si attende l’autorizzazione degli organi competenti. In merito la questura di Agrigento, ha già dato disponibilità, adesso si attende solo il via libera del proprietario della strada statale cioè l’Anas, per poter decidere collegialmente una data ufficiale>>.

   

Commenti