Cronaca

24 Mar 2017

E’ morto l’ultimo partigiano Sommatinese Alessandro Bevilacqua

Redazione 0 Commenti

Sommatino – E’ deceduto l’ultimo partigiano sommatinese Alessandro Bevilacqua. Aveva 93 anni. Un uomo esemplare e premuroso. I funerali si stanno svolgendo oggi pomeriggio. Lo scorso 25 Aprile era stata consegnata ad Alessandro Bevilacqua la medaglia della Liberazione da parte del prefetto Maria Teresa Cucinotta, considerato che questa onorificenza era stata deliberata dall’allora ministro della Difesa.

Alessandro Bevilacqua, l’ 11 maggio del 1943 fu chiamato alle armi e assegnato al ventitreésimo reggimento Artiglieria. Dopo qualche mese, e precisamente il 23 ottobre del 1944, si arruola tra i partigiani, operando sino alla Liberazione, tra i comuni di Zoppola, Casarsa della Delizia e altri paesini del Friuli Venezia Giulia. In quel tempo, si trovava in provincia di Udine, ospite di una famiglia.

Per campare, diceva quando era in vita Alessandro Bevilacqua, che lavorava la terra, e non gli mancava nulla. A un certo momento scoppiò la guerra, decise di affiancare i partigiani. Finita la guerra, Bevilacqua è tornato nella sua terra dove per venticinque anni ha fatto il coltivatore diretto e per trentuno anni il dipendente comunale, con la mansione di giardiniere.

   

Commenti