Politica

23 Mar 2017

Il consiglio di Canicattì approva vari punti importanti per la città

Redazione 0 Commenti

CANICATTÌ – Seduta fruttuosa quella dello scorso Consiglio Comunale celebratosi il 22 marzo, durante la quale sono state approvate importanti proposte.
Nello specifico, ad essere approvate dal civico consenso, sono state la mozione per “l’Attivazione della Brest Unit nel reparto di U.O. Oncologia dell’Ospedale B.Lombardo” di Canicattì, presentata dal Vice Presidente Vicario del C.C. Fabio Di Benedetto, primo firmatario, e dai consiglieri Domenico Licata e Salvatore Carusotto; la modifica al Regolamento per l’Istituzione e l’applicazione dell’Imposta Unica Comunale (IUC) anno 2017 con proponente il responsabile P.O. n°.1 direzione II; il “Progetto definitivo per la sistemazione strade di C.da Giarre” proposto dal responsabile P.O. della III direzione.
Importanti le variazioni apportate al regolamento della IUC con particolare attenzione alle problematiche sociali, al fenomeno del randagismo, al contrasto allo spreco alimentare e alle ludopatie, alla promozione del centro storico.
Queste le novità: Con l’art. 45-bis viene introdotta la possibilità di ottenere uno sgravio sulla TARI a chi dimostra di cedere eccedenze alimentari ad associazioni di volontariato, ai sensi della legge 166/2016. Distribuendo queste eccedenze alimentari a soggetti bisognosi, il Comune può applicare una riduzione che non può superare il 30% della parte variabile della tariffa della tassa dei rifiuti.
Per chi adotta in via definitiva un cane assegnato dal canile comunale/convenzionato, la cui spesa è a carico delle casse comunali, è stata deliberata una riduzione annuale di €.300,00, e comunque in misura non superiore all’importo dovuto sulla TARI (comma 2 dell’art.47) per tre annualità d’imposta consecutive. I dettagli saranno disciplinati con un successivo regolamento sulla tutela degli animali.
Previste agevolazioni per incentivare l’apertura di nuove attività commerciali nel centro storico (comma 3 art.47), ovvero l’esonero totale della TARI per i primi due anni e la riduzione del 30% per i successivi 3 anni.
Nell’intento di contrastare il fenomeno della ludopatia con il comma 4 dell’art.47 viene introdotta una riduzione del 30% sulla parte variabile della tariffa a quei titolari di attività commerciali che attestino di aver rimosso apparecchiature di videopoker, slot machine e altri dispositivi elettronici finalizzati al gioco d’azzardo e che causano dipendenza;
Il comma 5 dell’art. 47 prevede, per i pensionati ultra 75enni, con reddito non superiore agli 8.000 €., la riduzione del 50% della tariffa IUC, per la sola abitazione principale, sia nella quota variabile che nella quota fissa.
Soddisfazione è stata espressa dal Primo Cittadino, Ettore Di Ventura. “Abbiamo voluto prestare la nostra attenzione sui temi del randagismo, lo sviluppo del Centro Storico, la ludopatia e soprattutto il settore sociale – commenta il sindaco Di Venturaandando incontro ai bisogni delle fasce più deboli con misure a sostegno degli anziani con basso reddito e cercando di dare uno strumento, quello della distribuzione delle eccedenze alimentari, ai volontari che quotidianamente si prodigano a fornire pasti caldi a chi vive negli stenti”.

   

Commenti