Senza categoria

11 Mar 2017

Ravanusa. La biblioteca si arricchisce di oltre 300 libri

Redazione 0 Commenti

Ravanusa – Presso la biblioteca di Ravanusa si potranno trovare da domani, per tutti coloro che coltivano la passione dello studio e della lettura, una copia del Corano, l’opera omnia di Luigi Sturzo, l’opera omnia di Antonio Gramsci, libri che raccontano il genocidio degli armeni, dei curdi e degli italiani morti nelle foibe, oltre diversi libri di attualità, da Paolo Mieli a Magdi Cristiano Allam, e di letteratura, da Stephen King ad Antonio Manzini ed una sezione tutta dedicata alla Sicilia, al Sud ed alla questione meridionale.

L’amministrazione comunale di Ravanusa, retta dal sindaco Carmelo D’Angelo, unitamente all’assessore al ramo Gianfilippo Lombardo, ha acquistato oltre 300 libri per incrementare ed arricchire ulteriormente il bagaglio storico-culturale della Biblioteca Giuseppe Zagarrio.
Struttura che ogni giorno riceve tantissimi utenti sia ravanusani, ma anche provenienti da comuni limitrofi sprovvisti di tale struttura.

<< La biblioteca ad oggi ha oltre 16.500 volumi già catalogati e classificati – spiega la direttrice della biblioteca Lina Russo – con la fornitura di questi 300 volumi voluta dal sindaco Carmelo D’Angelo e dell’assessore Gianfilippo Lombardo si arricchirà ancor di più il patrimonio librario, garantendo un servizio di ricerca a tutta la cittadinanza, al mondo scolastico e non solo>>.

Molti sono per esempio i ragazzi che dopo il giorno della memoria e del ricordo hanno chiesto all’amministrazione di potere approfondire la storia dei genocidi e in particolare sulle foibe. La giunta ha anche voluto arricchire gli scaffali della biblioteca anche con libri che raccontano la storia del ventennio fascista, testi sul nazismo (sarà possibile consultare anche il Mein Kamft di Adolf Hitler) e sulle religioni nel mondo. Più di 50 testi che parlano della storia del popolarismo italiano e della democrazia Cristiana, ed una intera sezione dedicata alla sezione socialista socialismo con le opere su e di Bettino Craxi, testi di Fabrizio Cicchitto e Claudio Martelli.
La sezione più intensificata è stata sulla Sicilia con approfondimenti sulla storia risorgimentale ma anche sulla sopraffazione del nord verso il sud con, anche, tutti gli scritti di Pino Aprile.
Alcuni libri acquistati raccontano la situazione israeliano palestinese, sull’Isis e sul medioriente più in generale. Si sono anche acquistati testi sulla storia della rivoluzione Russa, sulla Unione sovietica con diverse biografie di Stalin, compreso il libro di Lev Trotzkij sulle purghe comuniste.
L’Amministrazione ha voluto potenziare l’angolo culturale della nostra biblioteca non trascurando neanche l’utenza dei bambini, dove a tal proposito è stato creato un angolo dedicato proprio a loro con libri e giochi che a breve verrà ulteriormente migliorata.

<<La biblioteca – ha dichiarato Carmelo D’Angelo – è una struttura ed una componente fondamentale della società di Ravanusa ed avere, oggi, voluto acquistare nuovi libri è un punto di partenza per progetti più ambiziosi che intendono stimolare e coinvolgere i giovani di Ravanusa e gli studiosi più in generale affinché la cultura sia una componente essenziale, a cui tutti possano accedere, del nostro vivere quotidiano>>.

<< Abbiamo voluto arricchire ulteriormente la nostra biblioteca comunale – Ha dichiarato l’Assessore Lombardo – con libri che raccontano la nostra storia, partendo da quella siciliana, passando da quella italiana per finire a quella Mondiale.
Libri e autori che raccontano la politica, le religioni, e temi molto importanti come le foibe e Auscghwitz, tutti testi che torneranno molto utili ai nostri studenti ma anche agli amanti della lettura in genere>>.

   

Commenti