Spettacolo

11 Mar 2017

Il giovane regista catanese John Real termina le riprese della serie TV “Feel the Dead”. L’INTERVISTA

Elisa Auria 0 Commenti

Accade spesso che il fascino indiscutibile dell’ Etna con i suoi variegati scenari, capaci di creare incanto ed orrore allo stesso tempo, venga scelto come meta privilegiata dei turisti provenienti da ogni parte del mondo o come sfondo da molti artisti e foto amatori che si perdono a ritrarre le sue infinite bellezze. Questa volta, però, lo scenario del nostro vulcano diventa invero la cornice principale di una produzione televisiva americana. É il caso di “Feel the Dead” una tv serie americana diretta dal giovanissimo regista catanese Giovanni Marzagalli, in arte John Real, vincitore di numerosi premi prestigiosi, il quale ha da poco terminato le riprese sulle pendici del Vulcano Etna con la presenza di un cast hollywoodiano non indifferente. Il vulcano infatti, ha ospitato l’attrice protagonista Estella Warren, conosciuta per la sua collaborazione con il regista Tim Burton ne “Il Pianeta delle scimmie” e l’attore statunitense William Mcnamara.
Altri nomi del cast sono: Sabrina Culver, Massimo Dobrovic, Carl Wharton, Asia Leone,  Fiona Whitelaw, Gerry Shanahan, Neb Chupin, Gianni Capaldi, Emanuele Leone, Antonella Salvucci e Antonio Lujak.

Lo show tv, la cui uscita è prevista per l’anno prossimo, è sui generis di “Walking Dead” ed è stato girato per un importante canale televisivo americano. La produzione, infatti, è nata tramite la stretta collaborazione tra Italia e Stati Uniti, di cui ricordiamo Phillips Goldfine fra i produttori che hanno partecipato alla realizzazione di questa serie Tv, il quale ha vinto il premio Oscar.
La storia parla di una famiglia americana che durante una vacanza in Italia, si ritrova nel bel mezzo di un’ apocalisse zombie.

La Redazione di Sicula Live News ha avuto il piacere di parlare personalmente col regista John Real, il quale ci ha regalato tutta la sua simpatia e spontaneità.
Vi proponiamo, qui di seguito, l’intervista da noi realizzata all’autore:

1) Ti conosciamo come John Real, un nome che ci rimanda subito al mondo hollywoodiano, di cui tu non sei affatto estraneo. Sì, ho avuto l’occasione di seguire due master all’Università della California, è stato il mio primo approccio con Hollywood. Adesso sto lavorando in stretta collaborazione con alcune delle società più importanti dell’Universal City di Los Angeles, sono molto contento.
2) Come è partita l’idea di ambientare sull’Etna la tua ultima Tv serie?
Il produttore americano Phillips Goldfine mi ha fatto la stessa domanda quando ho deciso di girare sul Vulcano. Io trovo che l’Etna abbia dei paesaggi naturalistici perfetti per raccontare le mie storie. Inoltre, stiamo parlando di un Vulcano attivo e per quanto a me possa sembrare normale, ho potuto vedere l’incredibile fascino e terrore che riesce a creare agli stranieri… I primi giorni durante la notte, come spesso succede, l’Etna emette dei boati, e sul set gli attori e la crew erano terrorizzati. Abbiamo dormito in uno chalet in montagna a circa 1500m di altezza, siamo stati totalmente immersi per trenta giorni in mezzo ai boschi… C’è voluto un po’ per riuscire a farli stare tranquilli! Eppure, l’Etna li ha conquistati, girerò insieme a loro altre due serie televisive su questo incredibile vulcano.

3) Senza nulla togliere alla bellezza indiscutibile dello scenario etneo, c’è in fondo, da parte tua, il desiderio di rimarcare la tua “sicilianità” nelle tue produzioni ? Sono orgoglioso dell’Etna in quanto Siciliano, ma non è per questo che spesso è teatro dei miei film. Semplicemente la mia produzione ha due studi proprio alle pendici del Vulcano, ed è mia intenzione rendere questo territorio sede di un’industria internazionale proprio per la sua bellezza e particolarità. Abbiamo tanti progetti che pian piano stanno diventando realtà, questa serie è una di questi. Estella Warren, William Mcnamara, Gianni Capaldi, sono tutti attori che hanno un trascorso non indifferente ad Hollywood, e sono contento di averli diretti sull’Etna.

3)Vuoi raccontarci di cosa parla la tv serie “Feel the Dead”?
Feel the dead è la storia di un dramma familiare. Una famiglia americana in vacanza qui in Italia che si ritrova nel bel mezzo di un’infezione virale che trasforma le persone, le rende aggressive, mordono e mangiano altri uomini.

4) Wow… Senti, dove sarà trasmessa la tv serie? La Tv serie andrà in onda su di uno dei canali più importanti Statunitensi, che da poco è anche arrivato in Italia, non sono autorizzato al momento a dire il nome fin quando non consegneremo tutti gli episodi. Probabilmente anche in Italia lo stesso canale lo trasmetterà. Spero prestissimo, sono molto contento del risultato.

5) Sei molto giovane e hai già fondato una tua casa di produzione e ricevuto molti premi e riconoscimenti per i tuoi film, tra questi ultimi il premio speciale IHF 2014.  Sì, sono molto soddisfatto e contento dei premi che ho ricevuto, non ho dato mai tanto importanza a queste cose, ma non posso negare che ti rendono orgoglioso. Il premo Italian Horror Fest di Nettuno è un premio che ricordo con piacere, in quell’occasione ho avuto il piacere di condividere questo momento con il Maestro Ruggero Deodato di cui ho una grande stima, l’ho conosciuto proprio quella sera. La Real Dreams è una realtà italiana che mi rende davvero orgoglioso. E’ una produzione che ho fondato e dirigo con le mie sorelle Adriana Marzagalli e Maria Marzagalli, con le quali collaboro su ogni progetto. La nostra principale base è a Catania, stiamo riuscendo a portare tanti progetti esteri sul territorio, questo grazie alla stretta collaborazione di tante persone che lavorano sodo e senza sosta, dovrei citarne davvero tante, ma mi limito per questioni di spazio a ringraziarne solamente due, Emanuele Leone e Alessio Tomarchio.

6) Hai già altri progetti in cantiere? Sì, sto lavorando molto in collaborazione con gli USA per la realizzazione di altre due Tv Serie ed un film per il cinema, dovrei iniziare a breve.

Il regista John Real durante le riprese di “Feel the dead”.
   

Commenti