Cronaca

26 Feb 2017

Crolla un palazzo in Via Crispi. Un morto e quattro feriti

Elisa Auria 0 Commenti

CATANIA – Erano circa le 2.30 della scorsa notte quando una palazzina è crollata per intero nel cuore di Catania, in via Francesco Crispi 111, all’incrocio tra la suddetta via e la via Archimede. Lo stabile, come comunicato dal Comune di Catania, era composto da sei appartamenti, tutti abitati, e non era allacciato alla rete del gas metano.

Secondo quanto emerge dalle ricostruzioni, infatti, l’esplosione sarebbe legata ad una presunta deflagrazione di bombole di gas.  Sul posto sono subito intervenute diverse squadre di vigili del fuoco, oltre a polizia, carabinieri e 118. Sono cinque le persone estratte dalle macerie, tra cui un’anziana donna di 85 anni deceduta che viveva da sola e una bambina di 10 mesi, le cui condizioni di salute destano maggiore preoccupazione. La bimba, insieme alla madre, sono state portate nel reparto di Rianimazione pediatrica all’ospedale Garibaldi Nesima in codice rosso.

Foto dei Vigili del Fuoco

 

Gli altri feriti sarebbero un 60enne estratto vivo dalle macerie dopo il crollo con fratture alla mascella e alle costole e con gravi ustioni nel corpo.  Altri due feriti si trovano invece all’ospedale di Lentini in provincia di Siracusa, ma le loro condizioni non sono gravi.

I vigili del fuoco hanno operato con molte squadre, tre di Catania una di Acireale e due autoscale. Sul posto, in aiuto al comando locale, anche i vigili del fuoco di Enna.
Gravi danni si sono registrati anche negli edifici adiacenti, dove stanno proseguendo le valutazioni di agibilità. Il comune di Catania ha inviato sul posto propri operai e dirigenti.

A seguito del disastro è stato aperto un fascicolo dalla procura di Catania, guidata dal procuratore Carmelo Zuccaro il quale ha disposto il sequestro dell’area. L’ipotesi di reato è quella di disastro colposo.

 

   

Commenti