Riceviamo e Pubblichiamo Sportello Giovanile

15 Gen 2017

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Il giovane artista sancataldese Carlo Falzone ci presenta i suoi lavori

Redazione 0 Commenti

Il sancataldese Carlo Falzone ci presenta l’espressione della sua passione: i suoi disegni. Laureato in Informatica, giovane disegnatore ed illustratore, comincia ad appassionarsi alla tecnica del disegno all’età di 4 anni, prosegue con studi classici e scientifici e laureatosi in Informatica, presso la facoltà di Matematica e Informatica nell’ateneo di Catania, coniuga da tempo la passione per l’arte alle tecnologie della comunicazione. Si specializza altresì nella pratica del chiaroscuro, osservando i grandi maestri del surrealismo e del pop novecenteschi, elaborando così un personalissimo stile in cui le forme rappresentate, pur essendo attinte dal mondo del reale, convivono in contesti surreali e metafisici.

I temi ricorrenti affrontati dall’autore si focalizzano sulla percezione della fantasia, che fonda le sue radici nella profondità della mente umana. Le opere, realizzate perlopiù con mezzi semplici e primordiali, come la matita o il carboncino, auspicano una stimolazione del pensiero dell’osservatore, invitato a trovare significati e relazioni tra il mondo onirico-surreale e il la quotidianità della vita di tutti i giorni.

Questo disegno realizzato con matita, china e carboncino dall’artista, rappresenta una sua visione della società moderna riflessa sul lato estetico delle cose tralasciando quello umano. L’uomo viene rappresentato come un freddo manichino senza volto.

Questo – ci racconta Carlo – porta l’umanità a chiudere i propri occhi dell’anima e ad aprire quelli materialistici, rendendolo schiavo di meccanismi controversi che egli stesso ha creato (gioco d’azzardo : il pesce sputa le carte, l’uomo che abbocca), il culto dell’estetica (il serpente avvolge un uomo vestito in modo elegante, nel suo volto una farfalla monarca, il controllo mentale dei media), del consumismo alimentare e l’abbandono delle arti che, invece, innalzano lo spirito ad un livello più alto, come il lavoro artigianale, la musica (un nota simbolicamente “appesa al chiodo”), la poesia, la natura. Da questo caos nasce comunque un velo di speranza (l’uovo) che invita l’uomo a ravvedersi e tornare alle proprie origini (le radici)” .

Carlo Falzone attualmente lavora come Web Designer e si occupa principalmente di illustrazione e grafica pubblicitaria. Come vetrina dei suoi lavori, Carlo ci presenta le pagine a cui possiamo attingere per osservare meglio la sua espressione artistica: https://carlonweb.blogspot.it e www.carlofalzone.it. e la sua pagina facebook: https://www.facebook.com/pages/Carlo-Falzone/116489862254?fref=ts

 

   

Commenti