Cronaca

02 Gen 2017

Riaperto il giardino Ibleo

Redazione 0 Commenti

RAGUSA – Nel corso di una sobria cerimonia a cui sono stati presenti le massime autorità cittadine, è stato riaperto al pubblico il Giardino Ibleo che è stato in poco più di un anno sottoposto ad un importante intervento di riqualificazione.

A tagliare il nastro inaugurale sono stati S.E. il Prefetto di Ragusa dr.ssa Maria Carmela Librizzi ed il sindaco Federico Piccitto.
La riapertura della villa pubblica, è stata possibile grazie al completamento degli ultimi lavori programmati che hanno riguardato la sistemazione della nuova bambinopoli, il rifacimento con uno speciale materiale drenante della pavimentazione del viale centrale ed il restauro delle due storiche piccole costruzioni in muratura ai fianchi dell’ingresso principale del Giardino Ibleo.
Risale a poco più di un anno fa, precisamente il 3 dicembre del 2015, la consegna dei lavori all’impresa aggiudicataria, Isa Restauri Costruzioni S.r.l. Che ha eseguito il progetto, dell’importo complessivo di 760.000 euro, redatto dai tecnici dell’Ufficio centri storici, architetto Rosario Scillone e geom. Lorenzo Cascone.
La complessità dei lavori eseguiti, ha comportato, la chiusura provvisoria delle diverse zone della Villa comunale sottoposte all’opera di riqualificazione della storica villa comunale con la conseguente parziale fruizione pubblica del giardino.

Ad essere sottoposte agli interventi il viale principale, interamente ripavimentato, le colonnine in pietra della lunga balaustra che si affaccia sulla Vallata San Leonardo, le orlature e gli elementi di arredo che sono stati interamente restaurati.

Ad un particolare trattamento della pietra è stata anche sottoposta la “vasca”, ripavimentato è stato invece sia il “Palco della Musica” sia la “Montagnola” le cui scalinate di accesso a quest’ultima sono state dotate di ringhiere di protezione montate anche nella vasca al posto della siepe che è stata eliminata.

   

Commenti