Cronaca Senza categoria

10 Dic 2016

Siracusa Città Educativa. Al via alle domande

Redazione 0 Commenti

SIRACUSA – L’amministrazione Comunale di Siracusa ha aderito all’Associazione Internazionale delle Città Educative il cui progetto educativo parte dall’infanzia e dall’adolescenza, ma deve riuscire ad operare in funzione della cittadinanza tutta, innalzandone la qualità di vita e favorendone la partecipazione, in un’ottica in cui l’educazione non è mera formazione, ma è tirar fuori le potenzialità dell’essere umano attraverso un’azione reciproca che costruisca insieme identità e futuro.

A tale scopo, si rende necessario acquisire la disponibilità di soggetti interessati ad offrire la propria attività di collaborazione, di volontariato per la realizzazione di progetti e iniziative secondo le quattro macro aree delle Città Educative:

  • Bisogni Educativi (rientrano in questa macroarea progetti e azioni volte a sviluppare e supportare le seguenti tematiche : bisogni educativi speciali, inclusione, dispersione scolastica, integrazione culturale, cultura digitale, educazione alle differenze, sostegno alla genitorialità).
  • Stili di Vita (rientrano in questa macroarea progetti e azioni volte a sviluppare e supportare le seguenti tematiche : educazione alimentare, dipendenze, prevenzione e sicurezza).
  • Sostenibilità (rientrano in questa macroarea progetti e azioni volte a sviluppare e supportare le seguenti tematiche : educazione e sostenibilità ambientale).
  • Innovazione Sociale (rientrano in questa macroarea progetti e azioni volte a sviluppare e supportare le seguenti tematiche : partecipazione, tutela dei beni comuni, scuola collaborativa, economia circolare).
    Per raggiungere questo risultato è strategico che si realizzi la piena condivisione e collaborazione tra quanti , amministratori o dirigenti, hanno il compito di governare la città, puntando non solo a garantire servizi essenziali ma orientando il loro lavoro anche verso l’obiettivo di una crescita valoriale, culturale , identitaria e di coesione sociale propri di una città educante e che proprio dalle scelte amministrative e dalla gestione dei servizi ai cittadini, a 360° gradi, vede la sua principale applicazione contribuendo, più di altre azioni, a rendere concreta l’idea di una città “educante” .In una sua recente lettera aperta anche il Sindaco ha segnalato Città Educativa e il Manifesto dei suoi obiettivi valoriali come la cornice ispiratrice della sua azione e come obiettivo prioritario del suo operare come cittadino oltre che come amministratore .
    E’ questa la scommessa che ci troviamo di fronte come responsabili del governo della città in quanto amministratori o responsabili del funzionamento della macchina amministrativa.
    Dal punto di vista amministrativo è stato costituito l’Ufficio Siracusa Città Educativa con Delibera di Giunta n. 168 del 24/10/2016 nell’ambito dell’Area II Officina Educativa- Sport- Politiche di genere e contempla figure appartenenti a diversi settori dell’amministrazione per ottenere le competenze trasversali necessari al raggiungimento dello scopo.
    L’obiettivo è di lavorare, in senso cooperativo ed educativo, per lo sviluppo di attività che diano impulso alla crescita della sensibilità delle giovani generazioni.
    Il Progetto Città Educativa esprime il programma di lavoro della Città che diventa sempre più un sistema pedagogico che mette al proprio centro la dimensione di crescita e di formazione dei cittadini più piccoli; che favorisce l’interazione di una pluralità di soggetti, ciascuno dei quali ha una valenza sociale e una responsabilità educativa.
    Per soggetti proponenti si intendono le associazioni culturali, di volontariato, le ONLUS.
    Pertanto si ritiene necessario coinvolgere tutte le figure, tutti i rappresentanti dell’associazionismo per costituire il gruppo degli “Amici Città Educativa”.
    A tal fine si chiede di manifestare la propria disponibilità entro il 30/12/2016 a collaborare con l’Amministrazione Comunale nell’ambito delle attività di “Siracusa Città Educativa” allegando al modulo di adesione copia dello statuto della società.
   

Commenti