Spettacolo

08 Dic 2016

La compagnia teatrale “Nino Martoglio” chiude la stagione con la commedia “Lu Serafinu Addurmisciutu”

Elisa Auria 0 Commenti

AGRIGENTO – Grande successo di pubblico per la compagnia Teatrale “Nino Martoglio” di Grotte che lo scorso Sabato 3 e domenica 4 Dicembre, ha concluso le date delle sue ultime rappresentazioni presso il Teatro Posta Vecchia di Agrigento, regalando tante risate, intrighi e colpi di scena al pubblico presente in sala.
La compagnia è andata in scena con la commedia in tre atti “Lu Serafinu Addurmisciutu” del promettente regista e attore grottese Aristotele Cuffaro.

Una trama intrigante e ricca d’humor che racconta di un Direttore di nome Gardiddu il quale si alza,  in piena notte,  per andare in bagno dopo avere avvertito un fortissimo dolore nell’apparato genitale. A suo malgrado, non riesce… e decide così di raccontare il fatto alla moglie Tresa che impaurita dalla sospetta impotenza del marito chiede a suo cugino Dottore Crisantemu di visitarlo privatamente per mantenere il problema nel massimo della riservatezza. Dopo diverse vicissitudini, intrecci, doppi sensi Gardiddu decide di farsi ricoverare in ospedale sfidando il pregiudizio popolare di uno sposo inutile perché impotente.

Questi i Personaggi interpreti della brillante commedia : Gardiddu (direttore) Aristotele Cuffaro, Tresa (sua moglie) Isabella Villani, Crisantemu(suo cognato) Gabriele ruscello, Zì Riguardu (vicino di casa) Luca Russello, Zà Pitrusina (sua Moglie) Ilaria Polifemo, Dottore Peppi (Cugino di Tresa) Antonio Mercato, Dottoressa Serafina Flavia Iannello, Crucifissu (agente delle pompe funebri) Gaetano Tirone. A curare il suono e le luci di scena è stato Antonio Villardita.

“Ringrazio il pubblico e i miei compagni di avventura. Sono davvero felice e soddisfatto per il successo di pubblico riscontrato quest’anno, per questo motivo, stiamo già cominciando ad organizzarci per la prossima stagione” – conclude Aristotele Cuffaro.

 

   

Commenti