Costume e società Cronaca

21 Nov 2016

Rilancio e sviluppo del centro storico di Caltanissetta, ecco le proposte della Confcommercio

Carmelo Sciangula 0 Commenti

Diciotto proposte per rilanciare lo sviluppo commerciale nel centro storico di Caltanissetta. In un documento, Confcommercio Caltanissetta ha riepilogato le principali richieste provenienti dal mondo produttivo locale per migliorare il decoro, la viabilità e l’offerta di questa area urbana. Il documento – sottoposto all’Amministrazione comunale nelle scorse settimane – è stato presentato oggi nel corso di una conferenza stampa svoltasi al Municipio di Caltanissetta alla presenza del presidente provinciale della Confcommercio, Massimo Mancuso, del sindaco Giovanni Ruvolo e degli assessori Ilaria Insisa (Sviluppo economico), Carlo Campione (Politiche culturali e rapporti con i quartieri) e Giuseppe Tumminelli (Viabilità).

In apertura, Mancuso e Ruvolo hanno annunciato la sottoscrizione nei prossimi giorni del protocollo di intesa per la promozione della riqualificazione e della rigenerazione sociale ed economica delle aree urbane, già siglato a livello nazionale da Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e Confcommercio e adottato in altre città italiane, che prevede agevolazioni per gli operatori commerciali che investono nei centri storici.

Tra le proposte della Confcommercio sul rilancio, e in larga parte condivise dalla Giunta comunale, vi sono la riapertura al transito veicolare del tratto di piazza Garibaldi antistante la Cattedrale nella giornata di sabato, l’abolizione della Zona a traffico limitato in viale Conte Testasecca, l’emanazione di un’ordinanza che impone ai proprietari dei locali commerciali chiusi nel centro storico di ripulire le vetrine e affidare il decoro ad artisti e designer.

 “Grazie al dialogo e al confronto siamo riusciti a ottenere importanti obiettivi per rilanciare le attività che ricadono nel centro storico e incentivarne la nascita di nuove – ha detto Massimo Mancuso –. Solo in questo modo riteniamo possibile stimolare agli acquisti i nisseni e la clientela proveniente dall’hinterland. Un modello che vogliamo estendere anche alle altre zone commerciali di Caltanissetta. La maggior parte delle nostre idee sono piaciute all’Amministrazione e questo è in linea con il protocollo che la nostra confederazione ha sottoscritto in altri centri d’Italia, proponendo diverse agevolazioni per gli esercenti”.  

Confcommercio Caltanissetta, inoltre, farà parte del tavolo tecnico permanente  istituito dal Comune – e coordinato dagli assessori Insisa, Campione e Tumminelli –  insieme all’Ufficio tecnico, la Polizia Municipale e gli attori sociali e produttivi.

 Il sindaco Ruvolo ha apprezzato la collaborazione manifestata da Confcommercio nel dialogo con l’Amministrazione comunale, evidenziando come “l’unione di intenti  deve far riconquistare alla nostra città la sua leadership commerciale che la crisi ha messo in difficoltà, rendendola attraente anche dai centri vicini”.

 L’Amministrazione, nel corso dell’incontro con i giornalisti, ha annunciato alcuni provvedimenti sulla viabilità e il decoro urbano. In particolare, l’acquisto e installazione delle telecamere per monitorare l’accesso alle Ztl e punire eventuali trasgressori, l’individuazione di nuove aree per il carico e lo scarico delle merci, maggiori incentivi per l’uso dei bus urbani della Scat e del sistema di mobilità sostenibile per car e bike sharing.

 In relazione all’incontro previsto per oggi alle ore 17.30 al centro culturale “Michele Abbate” sulle ragioni del Sì al referendum costituzionale, Confcommercio Caltanissetta precisa di essere stata invitata come uditrice e, pertanto, di non esprimere nessuna intenzione di voto, lasciando liberi i propri associati sulle rispettive opinioni.

 

                                            

   

Commenti