Economia

24 Set 2016

Voli Catania-Milano a/r troppo cari: avviata l’inchiesta

Elisa Auria 0 Commenti

A seguito di numerose segnalazioni e denunce da parte di molti consumatori siciliani, l’Associazione Codici Sicilia, Centro per i diritti del cittadino in merito al costo eccessivo dei biglietti aerei riguardanti alcune tratte di voli in partenza da e per Catania, ha presentato un esposto alla Direzione generale Antitrust per la concorrenza, agroalimentare e trasporti, la quale ha inserito in fascicolo la segnalazione presentata dall’associazione e, pertanto, ha deciso di aprire un’inchiesta ai fini dell’applicabilità della legge n. 287/90 sulle Norme a tutela della concorrenza e del mercato.

Le segnalazioni denunciavano le cifre esagerate di  voli da e per la Sicilia. in particolare sul volo  Milano-Catania a/r, che è risultata la tratta più  cara. Dal confronto portato avanti dall’associazione, era emerso infatti che costava meno percorrere una tratta estera (ad esempio da Roma verso Tokyo, capitale del Giappone) piuttosto che quella nazionale Catania – Milano e viceversa. La vicenda ha destato molto sgomento anche perché le denunce si riferiscono non a “viaggi di piacere e divertimento” ma a soggiorni  per visite mediche, per studio e per lavoro, ovvero di oneri elevati che si aggiungono a quelli già gravosi sostenuti da famiglie di consumatori medi (affitto, tasse universitarie, libri, nel caso specifico degli studenti) andando ad aggravare il già pesante bilancio reddituale.

Sembrerebbe quasi che il fatto di essere siciliani e vivere in un’isola i cui abitanti, per mantenere i collegamenti con il resto della penisola sono costretti a prendere un aereo, sia uno svantaggio.

In attesa di un provvedimento da parte dell’Antitrust, l’avvocato Zammataro, portavoce e segretario regionale di CODICI, avvisa che continueranno a vigilare con l’Associazione Codici e invita chiunque abbia subito disagi aerei a scrivere alla mail segreteria.sicilia@codici.org per raccontare la propria esperienza.

   

Commenti